A cura di
Giancarlo Francini, Conny Leporatti, Tullia Toscani
Collana
Psicologia
Edizioni
In riga
Ordinalo online

Immagine e relazione. L’immagine nella pratica clinica, nella mediazione e nello psicogiuridico. L’esperienza dei centri Co.Me.Te.


A cura di Giancarlo Francini, Conny Leporatti, Tullia Toscani

Per facilitare il viaggio di esplorazione e di integrazione dentro le memorie implicite, il clinico sceglie quale tecnica utilizzare in fase diagnostica, quale seguire nel processo terapeutico e la metodologia con cui sostenerle. È necessario superare un approccio al lavoro sulle memorie implicite unicamente intuitivo ed essere più consapevoli degli strumenti con i quali riempiamo il nostro “zaino” professionale, ognuno dei quali ha le sue potenzialità e i suoi limiti. Il professionista ridefinisce l’ascolto clinico contestualizzandolo dentro la cornice dell’intervento di terapia, mediazione e consulenza tecnica, e introduce la tecnica di lavoro non-verbale più idonea e utile per il “linguaggio” specifico di quella persona, di quella famiglia o di quella coppia.

Contiene intervista a Rodolfo de Bernart


Condividi